Ciacci Piccolomini d'Aragona
La Tenuta Ciacci Piccolomini d'Aragona vanta le proprie origini fin dal secolo XVII e custodisce il proprio patrimonio storico in un palazzo sroto nello stesso periodo ad opera del vescovo montalcinese Fabius de' Vecchis, Abate di S. Antimo. Alla morte del Vescovo il Palazzo sarà posto all'incanto insieme alle vaste proprietà agricole a seguito della legge italiana sui bene dell'Asse Ecclesiastico e acquistato il 16 settembre 1868 dalla contessa Eva Bernini Cerretani.

Il 31 dicembre 1877 la contessa Cerretani vende a sua volta l'intero patrimonio alla famiglia castelnuovese dei Ciacci. In seguito al matrimonio avvenuto nella prima metà del '900 fra il conte Alberto Piccolomini d'Aragona, discendente della stirpe di Enea Silvio Piccolomini noto come Papa Pio II, e la signorina Elda Ciacci, il cosiddetto Palazzo del Vescovo diventa Palazzo Ciacci Piccolomini d'Aragona.

Nel 1985, con l'estinguersi del casato, la proprietà passa in eredità a Giuseppe Bianchini e alla sua famiglia che al Palazzo vi stabiliscono la residenza e la sede dell'azienda agricola, portando avanti con determinazione ed orgoglio le tradizioni e la cultura loro tramandate. Giuseppe, grande vignaiolo ed estroverso personaggio montalcinese, purtroppo è venuto a mancare nel febbraio 2004 lasciando un grande vuoto ed un grande compito da continuare ai figlio Paolo e Lucia nelle cui mani è oggi il timone della Tenuta Ciacci Piccolimini d'Aragona.
Mostra come Lista Griglia

1 elemento

Imposta la direzione decrescente
per pagina
  1. -8%
    Brunello di Montalcino 2013 Ciacci Piccolomini d'Aragona
    Denominazione : Brunello di Montalcino DOCG
    Regione : Toscana
    Uvaggio : 100% Sangiovese Grosso
    Caratteristiche : Barricato, Corposo, Speziato, Tannico

    36,80 € 39,80 €
    Gambero Rosso
    /
    Duemilavini AIS
    /
    Veronelli
    /
    Luca Maroni
    /
    Espresso
    /
Mostra come Lista Griglia

1 elemento

Imposta la direzione decrescente
per pagina