Abbazia di Novacella
Nell'anno 1140, il beato Hartmann, Abate dell'Abbazia agostiniana di Klosterneuburg presso Vienna, venne eletto Vescovo di Bressanone.
Bressanone non seguì l'esempio dell'Arcivescovo di Salisburgo Konrad I di Abensberg (1106-1147), ed evitò il tentativo di adottare la regola agostiniana per riformare il Capitolo del Duomo. Probabilmente tale decisione fu presa a causa della temuta reazione che sarebbe potuta venire dai canonici.
Oltre 850 anni dalla fondazione dell'Abbazia dei Canonici Agostiniani di Novacella, la comunità di Canonici, insieme ai suoi collaboratori e collaboratrici, è chiamata ad un gran numero di compiti, tutti riguardanti la cura pastorale nel senso più ampio del termine.
Ancora oggi sono affidate ai Canonici di Novacella più di 20 parrocchie in cui essi svolgono la loro opera pastorale. Oltre a questa classica forma di pastorale, il compito formativo viene portato avanti in vari modi. All'inizio degli anni settanta, il Convitto di Novacella aprì i battenti a quasi 100 bambini, e al contempo, con la fondazione del centro turistico, vennero poste le basi dell'attuale Centro Convegni Abbazia di Novacella. In questo modo si è potuto stare al passo con la crescente importanza assunta del turismo per l'Abbazia e per tutta la regione. Questo è confermato anche dal gran numero di visitatori che Novacella accoglie ogni anno, e che hanno la possibilità di conoscerla meglio nel corso di una visita dell'abbazia.
Ancora oggi l'abbazia si basa sulla coltivazione e la vendita di prodotti agricoli come erbe aromatiche e frutta. Oltre a ciò la Cantina dell'Abbazia di Novacella da anni, con i suoi vini, ottiene grandi successi nazionali e internazionali.

L'Abbazia di Novacella è situata nella zona vitivinicola più settentrionale dell'Italia in Alto Adige. L'altitudine (600m - 900m), il clima fresco ed i terreni ricchi di minerali sono ideali per lo sviluppo ottimale degli aromi e della sapidità dei tipici vini bianchi della Valle Isarco come il Sylvaner, il Muller Thurgau, il Kerner, il Gewrztraminer ed il Veltliner.
Le varietà dei vini rossi prosperano invece nei vigneti dell'Abbazia situati più a Sud dell'Alto Adige; nella fattispecie il Lagrein nel podere Bolzanino di Mariaheim, il Kalterersee, il Pinot Nero, ed il Moscato Rosa vengono vinificati ed affinati nel podere Marklhof di Cornaiano/Appiano.
L'esperienza plurisecolare "in Abbazia si produce vino dal 1142" combinata alle tecnologie più attuali, la grande passione dei nostri collaboratori per il vino e la loro professionalità, trasmette ai vini dell'Abbazia la personalità e la gioiosità che da sempre li distingue.
Mostra come Lista Griglia

1 elemento

Imposta la direzione decrescente
per pagina
  1. Lagrein Praepositus 2015 Abbazia di Novacella
    Lungo i soleggati pendii che circondano l'Abbazia da ormai otto secoli vigne pregiate producono uve bianche e non solo, che vengono vinificate nella cantina del convento. Dal momento in cui venne fondata Novacella offrì ricovero ai pellegrini in viaggio verso la Terra Santa e fu un importante centro spirituale e culturale noto in tutta Europa.Le sue antiche origini si fanno risalire al 1142 cioe quando, il vescovo Hartmann, ne fece sede dell'ordine Agostiniano.
    Denominazione : Alto Adige Valle Isarco DOC
    Regione : Alto Adige
    Uvaggio : 100% Lagrein
    Gradazione : 13,5% vol.
    Caratteristiche : Floreale, Speziato, Tannico, Tostato

    24,30 €
    Non Disponibile
    Gambero Rosso
    ( 2009 )
    Duemilavini AIS
    ( 2009 )
    Veronelli
    ( 2009 )
    Luca Maroni
    90/100
    ( 2009 )
    Espresso
    /
Mostra come Lista Griglia

1 elemento

Imposta la direzione decrescente
per pagina