L'Atto 2015 Cantine del Notaio

Regione: Italia, Basilicata
Uvaggio: 100% Aglianico del Vulture
Denominazione: Basilicata IGT
Annata: 2015
Capacità: 0,750 L
Gradazione: 13,5% vol.
Gambero Rosso
( 2010 )
Duemilavini AIS
( 2009 )
Veronelli
( 2007 )
Luca Maroni
88/100
( 2010 )
Espresso
/
9,40 € 10,60 €
-11%
e un vino moderno nato da un vitigno antico, l'Aglianico del Vulture, già citato dal poeta latino Orazio nelle sue Satire quale ottimo vino. e passato molto tempo ma questo vino, grazie alla passione delle Cantine del Notaio, riesce a stupire e ad affascinare col suo sapore deciso, corposo ed elegante.


Caratteristiche:
Vino rosso rubino intenso, con note di frutti rossi freschi con accenni speziati. In bocca ricco, pieno, con tannini molto fini che conferiscono lunghezza e persistenza. Ottimo con primi piatti con sugo di carne.

Vinificazione:
In acciaio a temperatura controllata

Affinamento:
12 mesi di affinamento in barriques di quinto passaggio e oltre e 4 mesi in bottiglia
Maggiori Informazioni
Cantina Cantine del Notaio
Paese Italia
Regione Basilicata
Tipologia Vino Rosso
Denominazione Basilicata IGT
Annata 2015
Uvaggio Percentuale 100% Aglianico del Vulture
Uvaggio Aglianico
Volume 0,750 L
Gradazione 13,5% vol.
Guida Veronelli 3r
Anno valutazione Veronelli 2007
Guida 2000 vini AIS 4g
Anno valutazione AIS 2009
Guida Luca Maroni 88 Punti
Anno valutazione Maroni 2010
Guida Gambero rosso 1n
Anno valutazione Gambero 2010
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:L'Atto
Il tuo voto
La passione per la viticoltura è antica nella famiglia Giuratrabocchetti e si tramanda da generazioni.
E' da questa tradizione che nasce, nel 1998, l'azienda Cantine del Notaio, quando Gerardo Giuratrabocchetti, laureato in Scienze Agrarie, raccoglie, con la moglie Marcella, la sfida di valorizzare l'Aglianico del Vulture coltivato nelle proprie vigne, unendo tradizione, innovazione, storia e cultura del territorio.
Con il Professor Luigi Moio, ordinario di Enologia presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, si approfondisce la ricerca sulle potenzialità enologiche di questo vitigno, il più importante del Sud Italia, austero e generoso al tempo stesso e capace di regalare vini dalla straordinaria personalità.