Chianti Classico Riserva Rocca Guicciarda 2015 Barone Ricasoli

Regione: Italia, Toscana
Uvaggio: 95% Sangiovese e 5% altri
Denominazione: Chianti Classico DOCG
Annata: 2015
Capacità: 0,750 L
Gradazione: 13,5% vol.
Gambero Rosso
( 2009 )
Duemilavini AIS
( 2008 )
Veronelli
/
Luca Maroni
/
Espresso
/
15,70 €
Rocca Guicciarda un tempo era tra i più importanti feudi dei Baroni Ricasoli, che iniziarono a produrre vino già nel XII secolo. Fu il Barone Bettino Ricasoli nel 1872, dopo lunghe ricerche e sperimentazioni, a mettere a punto la formula del Chianti, che praticamente e arrivata quasi immutata fino ai giorni nostri. Il Chianti Classico Riserva Rocca Guicciarda, dal sapore ricco ed avvolgente, e l'erede di questa illustre tradizione.


Caratteristiche:
Vino rosso rubino fitto tendente al granato. L'aroma e caldo e intenso, con note di frutta sotto spirito, confettura di mirtillo e tabacco. Il gusto e caldo, corposo e speziato.

Vinificazione:
A temperatura controllata in acciaio Inox

Affinamento:
16 mesi in barrique di rovere. Questo vino migliora se lasciato qualche anno in cantina.
Maggiori Informazioni
Cantina Barone Ricasoli
Paese Italia
Regione Toscana
Tipologia Vino Rosso
Denominazione Chianti Classico DOCG
Annata 2015
Uvaggio Percentuale 95% Sangiovese e 5% altri
Uvaggio Sangiovese
Volume 0,750 L
Gradazione 13,5% vol.
Abbinamenti Affettati, Carne Arrosto - Grigliata, Carni bianche, Formaggi stagionati, Primi di Carne, Risotto di Terra, Selvaggina
Guida 2000 vini AIS 4 grappoli
Anno valutazione AIS 2008
Guida Gambero rosso 2 bicchieri neri
Anno valutazione Gambero 2009
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Chianti Classico Riserva Rocca Guicciarda
Il tuo voto
Di origini longobarde e documentata già dal VII secolo, la famiglia Ricasoli figura tra i nobili dignitari feudali dell'impero di Carlo Magno. A partire dal XIII secolo i rami della famiglia si moltiplicano, per poi riunirsi nuovamente a cavallo tra il 1700 e il 1800.
Schierati con i loro eserciti a difesa di Firenze sin dal 1200, generazioni di nobili Ricasoli hanno tracciato, sullo sfondo del castelli di Brolio, il corso della storia, dalle eterne battaglie con Siena, fino all'unità d'Italia. Sarà Bettino Ricasoli, il barone di ferro, a ricoprire la carica di Primo Ministro nell'Italia unita del dopo Cavour. Dopo secoli a difesa delle terre e delle signorie feudali, i Ricasoli per primi si dedicarono allo sviluppo dell'agricolutra e dei vigneti, producendo e commerciando l'eccelenza dei loro vini. Già dalla fine del 1600 i documenti riportano le prime esportazioni verso Amsterdam e l'Inghilterra, mentre agli inizi del Novecento i vini di Brolio sono praticamente conosciuti ed esportati in tutto il mondo: dalla Cina all'Arabia Saudita, dal Sud Africa al Guatemale, dalla Costa Rica alle Afriche Britanniche di allora
Affettati Affettati
Primi di Carne Primi di Carne
Risotto di Terra Risotto di Terra
Carne Arrosto - Grigliata Carne Arrosto - Grigliata
Selvaggina Selvaggina
Carni bianche Carni bianche
Formaggi stagionati Formaggi stagionati