Benvenuto  su Vinitop, Accedi o Registrati

Carrello
Scarica la nostra App Apple Scarica la nostra App Android

L'Arcione 2008 - La Tunella

L'Arcione
 2 Recensioni - Invia recensione
Cantina:
Regione:
Italia, Friuli
Uvaggio:
50% Pignolo e 50% Schioppettino
Denominazione:
Colli Orientali del Friuli DOC
Annata:
2008
Capacità:
0,750 L
Gradazione:
14,5% vol.
Gambero rosso

(2008)
Duemilavini AIS

(2007)
Veronelli

(-)
Luca Maroni
-/100
(-)
Espresso
-/20
(-)
L'Arcione L'Arcione - 4,5 5 2

Note di degustazione: Vino rosso rubino profondo con sfumature granato. L'aroma e intenso e seducente, con note di ribes e marasca, cuoio e note tostate. Il gusto e pieno, tannico ma morbido con intense note fruttate e speziate.

Vinificazione: A temperatura controllata in acciaio Inox

Affinamento: 36 mesi in botte di rovere. Questo vino migliora se lasciato qualche anno in cantina.

Descrizione: L'Arcione rappresenta la scelta giusta per chi volesse provare qualcosa di veramente particolare. Nasce da due vitigni autoctoni friulani, Pignolo e Schioppettino che intrecciandosi danno vita ad un vino di spessore, dotato di struttura e di una pregevole ampiezza di profumi. L'azienda La Tunella, realtà importante nei Colli Orientali del Friuli, ha studiato con grande attenzione questi due vitigni autoctoni e ha utilizzato tutta la propria competenza per proporre agli appassionati un vino di pregevole qualità. L'Arcione rappresenta davvero la scelta giusta per tutti coloro che vogliono comprendere fino in fondo la storia e le tradizioni del Friuli, lasciandosi conquistare anche da nomi meno conosciuti, ma di grande fascino e indiscusse potenzialità.

Abbinamenti:

Recensioni degli utenti

Voto
Titolo
Recensione

Valutazione 9stelle


Valutazione 9stelle


La Tunella ha sede a Ipplis di Premariacco, nel cuore della zona Doc “Colli orientali del Friuli”, da sempre vocatissima per la produzione di vino di qualità, specialmente per i bianchi che risultano di grande pregio e di assoluta eleganza. Il nome dell’azienda è stato voluto dagli attuali titolari Massimo e Marco Zorzettig nel 2002.

Nel tempo Massimo e Marco ampliano la superficie di proprietà da 37 a 70 ettari, tutti vitati. Modificano anche la fisionomia e il prodotto aziendale: ora il loro vino è destinato ad una clientela internazionale e nazionale che si colloca in una fascia medio-alta del mercato, senza per questo perdere di vista la tradizionale tipicità del prodotto.

La Tunella prende il nome dall’antica proprietaria dei terreni dove sorge la cantina: Antonella, che in friulano diviene Tunella, appunto.

La gamma dei vini spazia dai bianchi e rossi classici, agli uvaggi, ai passiti, ai monovitigni frutto di un’attenta valorizzazione di ceppi autoctoni pregiati.

La filosofia produttiva de La Tunella è: “Il vino si fa in vigna, ma la vinificazione deve rispettare e valorizzare la qualità delle uve”. Per questo in azienda vi è un giovane ma validissimo enotecnico, Luigino Zamparo, che segue attentamente tutta la produzione. Per questo motivo la resa per ettaro è tenuta bassa: varia dai 75 ai 90 quintali massimi.